/

Dei delitti e delle pene


Una mostra curata da Pier Luigi Tazzi a cui partecipano Alessandro Mencarelli e Fulvio Guerrieri/Paola Dallavalle. Il medium e’ la fotografia e il titolo della mostra si ispira all’omonima opera di Cesare Beccaria. In concomitanza con l’inaugurazione, un convegno dal titolo ‘247 anni dopo’.

Sabato 5 marzo 2011 alle h.18 sarà inaugurata a Pelago, negli spazi della Fondazione Lanfranco Baldi onlus, una mostra curata da Pier Luigi Tazzi, presidente della Fondazione stessa, a cui partecipano Alessandro Mencarelli e Fulvio Guerrieri/Paola Dallavalle.
Il medium è la fotografia e il titolo della mostra “DEI DELITTI E DELLE PENE” si ispira all’omonima opera di Cesare Beccaria.

Il rimando ha un senso perché oggetto della mostra sono, per quanto riguarda Alessandro Mencarelli, immagini di dettagli di interni di carceri che lo stesso ha ripreso nell’attesa di incontrare i suoi assistiti per il colloquio ( Mencarelli è un avvocato penalista del foro di Pistoia) e, per quanto concerne Guerrieri/Dallavalle, immagini delle abitazioni in cui sono avvenuti alcuni dei più efferati omicidi degli ultimi anni della cronaca italiana.
Dei delitti e delle pene, dunque.

In concomitanza con l’inaugurazione della mostra lo stesso 5 marzo 2011 con orario 11,30-17,30 presso la Sala Consiliare del Comune di Pelago è stato organizzato un convegno con il patrocinio delle Camere Penali di Firenze, Prato e Pistoia dal titolo “247 ANNI DOPO” a cui parteciperanno figure diverse del mondo della “giustizia” con un duplice intento: da un lato creare un momento di incontro fra due mondi spesso separati ed estranei, quello della “giustizia” e quello dell’arte, in modo che operatori della giustizia e artisti possano incontrarsi, stare insieme e dialogare ; dall’altro lato fare il punto, in termini certamente non esaustivi ma non per questo meno appassionati, sullo stato presente della espiazione e quindi della condizione carceraria in Italia, anche alla luce agli ideali illuministi del Beccaria.

Come noto “dei delitti e delle pene” fu pubblicato per la prima volta, in forma anonima, a Livorno nel lontano 1764.

Inaugurazione Sabato 5 marzo 2011, alle 18

Fondazione Lanfranco Baldi
piazza Ghiberti, 34/36 – Pelago (FI)